funnel-di-vendita

Funnel di vendita in 3 semplici step

Se stai pensando di realizzare un funnel di vendita in grado di trasformare velocemente i tuoi utenti in clienti allora sei capitato proprio nel posto giusto.

In questo articolo ti spiegherò, infatti, tutto quello che c’è da sapere per costruire un funnel di vendita che converte davvero.

Rimani fino alla fine perché, raccontandoti la mia esperienza, ti farò vedere come è possibile cambiare il proprio business e ottenere risultati straordinari, in termini di numero di clienti e fatturato, semplicemente utilizzando un funnel collegato a delle campagne Facebook ADS che funziona.

Pronto? Allora, non aspettiamo oltre e vediamo subito come fare un funnel di vendita per la tua attività.

Cosa sono i funnel di vendita

funnel-di-vendita

Prima di vedere come realizzare un funnel di vendita, partiamo proprio dalle basi: cosa sono i funnel di vendita?

Anche io, all’inizio della mia carriera come esperto di Marketing Digitale, non avevo le idee ben chiare su cosa fosse un funnel. Mi limitavo, quindi, a realizzare delle campagne di Google ADS o Facebook ADS che portassero utenti al mio sito web.

Per fortuna, uno dei miei mentori mi fece notare che questo approccio era del tutto sbagliato. Se volevo, infatti, ottenere risultati concreti in termini di conversioni, non dovevo assolutamente lasciare il mio potenziale cliente libero di navigare sul sito senza una direzione precisa.

Quello che, invece, avrei dovuto fare è restringere il campo e portare l’utente a fare subito quello che io volevo che facesse, ossia riempire un modulo, acquistare un prodotto, scaricare un eBook o qualunque altra azione costituisse l’obiettivo centrale della mia campagna.

Il funnel di vendita serve proprio a questo: a canalizzare gli utenti verso un solo obiettivo. Nel concreto, quello che ho fatto è ancora più semplice: ho iniziato ad utilizzare le mie campagne per portare gli utenti non sul sito, ma su una landing page specifica in cui fosse già inserita la call-to-action necessaria a raggiungere il risultato finale.

In particolare, si trattava di campagne di Lead Generation in cui l’utente veniva semplicemente invitato, una volta cliccato sulla landing page, ad inserire il proprio contatto all’interno di un modulo al fine di essere ricontattato per completare il processo di vendita offline.

L’aspetto fondamentale che differenzia il mio approccio iniziale da quello adottato in seguito che mi ha portato ad avere decine e decine di nuovi contatti ogni giorno è che, mentre prima l’utente doveva procedere a tentoni, spesso perdendosi all’interno del sito e/o abbandonandolo prima della conversione, nel secondo invece è messo in condizione di andare verso una direzione specifica.  Questo anche grazie ad un incentivo o una ricompensa concreta come ad esempio uno sconto o una consulenza gratuita.

Come realizzare un funnel di vendita: Primo step, la strategia

Alla base di un funnel che converte c’è sempre una cosa: una strategia.

Se il tuo obiettivo è, infatti, ottenere la massima canalizzazione dei tuoi lead per trasformarli velocemente in clienti devi, prima di tutto sapere:

  • Quali sono i bisogni dei tuoi clienti, in altre parole cosa vogliono;
  • Come incentivarli a cliccare sulla tua campagna od offerta offrendoli subito una soluzione al loro bisogno o problema utilizzando, magari, dei testimonial e/o delle prove sociali (recensioni) della validità della tua proposta;
  • Come convincerli, attraverso l’uso di un copy persuasivo e una CTA chiara e convincente, a fare clic sul bottone e concludere il processo per il quale la tua campagna è stata ideata.

Comprenderai benissimo che non tutti riescono a fare questo semplicemente schioccando le dita, ma ci vogliono anni e anni di esperienza per realizzare una strategia chiara e ben definita che punti tutta verso un unico obiettivo finale.

Tuttavia, se posso darti un consiglio, almeno all’inizio cerca di rimanere sul semplice perché in questo modo hai la possibilità di gestire più facilmente i vari passaggi del funnel senza rischiare di fare errori e perdere utenti.

Come realizzare un funnel di vendita: Secondo step, gli strumenti

Passiamo ora alla fase concreta: come costruisco il mio funnel? Quali strumenti uso? Ti suggerisco anche di vedere anche il mio video su come fare un funnel di vendita in 3 semplici step perché lì ti svelo davvero tutti i miei trucchi e segreti su come realizzare un funnel di vendita che converte davvero.

Gli strumenti che uso prevalentemente per creare funnel di vendita per la mia attività e i miei clienti sono due:

  • Il primo è Clikfunnel e si tratta di uno strumento per la creazione di funnel facilissimo da utilizzare in quanto non richiede conoscenze tecniche. L’unico svantaggio è che si tratta di un strumento a pagamento e il piano minimo ha un costo dai 100 ai 200 €. Puoi comunque usufruire della versione di prova di 14 giorni cliccando su questo link;
  • Il secondo invece si chiama Cartflows ed è un plugin di WordPress, il CMS per la creazione di blog e siti internet più utilizzato al mondo. Anche questo strumento ti permette di creare delle canalizzazioni in modo semplice e veloce con un minimo di competenze almeno su come installare WordPress e come utilizzarlo.

 

Come realizzare un funnel di vendita: Terzo step, l’ottimizzazione

Siamo arrivati finalmente al passaggio numero tre, che è spesso quello più sottovalutato nonostante la sua grandissima importanza: l’ottimizzazione del tuo funnel.

Molti ad esempio commettono l’errore di creare più funnel contemporaneamente senza ottimizzarne nessuno. Questo è un po’ come cercare di prendere le farfalle con un retino bucato. Se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi di conversione, quello che devi fare è concentrarti su un solo funnel di vendita che funziona, perfezionandolo progressivamente in base all’analisi dei KPI Marketing ottenuti tramite gli strumenti di monitoraggio.

Qualora, ad esempio, ti accorgessi che il tasso di conversione è molto basso, andrai ad ottimizzare il copy, la call-to-action oppure  l’immagine o il video presenti all’interno dell’annuncio. Oltre al tasso di conversione, devi anche controllare il Costo per Clic per sincerarti che non stai spendendo troppo in relazione ai risultati ottenuti.

Tieni conto che, in media, per una campagna di Lead Generation, un tasso di conversione accettabile deve essere compreso tra il 20 e il 40% altrimenti è il tuo funnel avrà bisogno di essere ottimizzato.

Conclusioni

In questo articolo ti ho voluto esporre le strategie e i trucchi fondamentali per creare un funnel di vendita che funziona e ti permette di ottenere risultati concreti senza fare ricorso a termini troppo tecnici e parole strane che non significano niente.

Chiaramente ci sono anche molti altri segreti da sapere quindi ti consiglio di continuare a seguire il mio blogo oppure, se avessi bisogno di un supporto diretto, di contattarmi subito per ricevere una prima consulenza gratuita.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rimani aggiornato sul marketing che da risultati
Ultimi articoli

Ricky Bianchi è un Imprenditore Digitale esperto in digital marketing.  È stato nominato da Forbes come la persona più influente per l’ utilizzo dei funnel con Facebook ads

Follow us
What they say

Articoli Relazionati